Il racconto di Bruno

Ormai sono più di 5 anni che sono a dieta a causa di un ridotto funzionamento del rene.
Con soddisfazione e con qualche oscillazione sto tenendo i dati delle analisi in una situazione costante. Non è stato facile avvicinarsi a una cucina così diversa da quella alla quale ero abituato. Insomma rinunciare a pane e salame non è facile, ma con il tempo ci si abitua. La cosa importante è una grande materia prima. Da pensionato posso fare la spesa nei negozi, al mercato e ho iniziato una piccola produzione sul terrazzo di erbe aromatiche , insalata, una bella pianta di limoni e un paio di piante di pomodorini e peperoni. Anche una fetta di pane aproteico leggermente abbrustolita con un po di aglio, pomodorini del terrazzo e un filo di olio buono può essere gustoso. Anche la pasta aproteica la faccio saltare con pomodorini, pesce aglio, gustosa. Il pollo lo faccio al forno lo faccio marinare con molte erbe aromatiche, senza sale una bontà, mia figlia ne va ghiotta. Aiuta anche che persone della famiglia mangino insalata con me senza sale, o altri alimenti insieme.Le erbe aromatiche un buon olio mi permettono di migliorare i gusti di una grande materia prima.
Ho imparato anche a mangiare fuori, preferisco andare dove fanno il pesce, un filetto di pesce senza sale alla griglia con un insalata si trova sempre, mi porto i miei crostini aproteici dietro.
Ho la fortuna di avere una farmacia sempre ben rifornita di prodotti aproteici, dove quando voglio viziarmi compro biscotti e wafer.
La dieta mi ha aiutato a stabilizzare la situazione e con piccoli accorgimenti riesco a mangiare bene abbastanza gustoso.

Commenti