Il racconto di Antonella

io non sono una paziente con l’insufficienza renale ma sono qui per raccontarvi la mia storia. Ho 63 anni e da 7 convivo col Parkinson. Recentemente al termine di una visita neurologica mi è stato suggerito di mangiare cibi senza proteine per migliorare la qualità della vita. Nei pazienti con Parkinson succede che i cibi proteici ostacolano l’assorbimento dell’unico farmaco (levodopa) che c’è per curarsi. Quando il farmaco non viene assorbito bene succede che il paziente si irrigidisce fatica a camminare e a compiere qualsiasi azione quotidiana. L’alimentazione è importantissima direi fondamentale. Ho pensato di chiedere ad una dietista un piano alimentare che tenga conto di questa mia esigenza. La Flavis potrebbe dedicare un po’ di tempo ad approfondire questa problematica in modo da poter essere un punto di riferimento per i parkinsoniani? Ringrazio Tutti per l’attenzione. Cordiali saluti. Antonella 

Commenti