Il racconto di Mariana

Sono un ex-ciclista ho 57 anni e lo scorso anno mentre guardavo la tv sul divano, sono andata in shock settico con lesione d’organo. Così mi è stata diagnosticata una nefropatia da IgA, conosciuta anche come malattia di Berger. Questa lesione d’organo a livello renale mi ha portato all’ IR. Da quella sera la mia vita è ovviamente cambiata. Non avevo mai avuto problemi renali nè mostrato sintomi prima di allora, ho sempre avuto valori di creratinina di GFR nella norma. L’unica cosa fuori norma era il valore del complemento C3 delle proteine che il reumatologo aveva attribuito alla mia condizione di menopausa. Mi sono ritrovata in una situazione di stress particolare che ha colpito il mio sistema immunitario. Come terapia mi è stato prescritto il protocollo di Pozzi, ovvero somministrazione di steroidi che hanno avuto effetto anche su altri organi come pancreas, intestino e fegato. I nefrologi avevano come obiettivo sistemare i reni, ma gli altri organi nel frattempo, si andavano danneggiando. E’ stata dura continue visite tra Roma e Firenze, fino a quando ho incontrato du medici uno in provincia di Firenze e una dottoressa a Vicenza che mi hanno aiutata. Leggevo tante cose, specialmente sull’alimentazione doveva essere ipoproteica, iposodico e con attenzione al fosforo e al potassio. Ora sto facendo terapia immunosopresiva (periodo “ideale“ visto l’allarme virus) resto in casa sperando nel miglioramento. La creatinina è scesa da 2.00 a 1.19, il GFR resta basso ma ho perso completamente i muscoli , anche se ho recuperato un po’ di forza e nessuno ancora mi dice se potrò tornare in bici, mi andrebbe bene anche quella elettrica. Chissà se tornerò ad una vita più o meno normale, se passerà il gonfiore dovuto alla terapia steroidea, se recupererò mai il mio umore solare. Spero non avervi annoiato e accetto consigli di ogni tipo, sopratutto su alimentazione e su come recuperare l’umore.

Commenti