Il racconto di Paolo

Quando ho scoperto di essere affetto da IRC,ho provato molta rabbia e preoccupazione. I miei primi 30 giorni sono stati difficili e tristi, poi, grazie al supporto dei familiari e di un team di medici e dietisti competente ed empatico, ho ricominciato a vivere.

Per me trovare il sostegno di professionisti competenti è stato fondamentale, soprattutto perchè mi hanno insegnato come relazionarmi con la patologia e come vivere la quotidianità senza timore.

Commenti